Mi sono laureata a 24 anni e mezzo in medicina e chirurgia presso l’università degli studi di Firenze nel luglio del 1979 con 110 e lode avendo come relatore il Prof Sebastiani e il Prof Stringa.
Ho conseguito ancora a Firenze nel giugno 1982 la specializzazione in ortopedia e traumatologia con il massimo dei voti ,relatore Prof Stringa e nel giugno 1985 sempre con il massimo dei voti la specializzazione in terapia fisica e riabilitazione relatore Prof.  Sebastiani.
Durante gli anni delle specializzazioni ho iniziato il mio lavoro ortopedico presso il CTO di FIRENZE nella Divisione Unità Spinale affrontando da subito sia l’emergenza traumatologica che il dolore conseguente alla limitazione temporanea o definitiva della propria capacità di movimento e autonomia in pazienti spesso giovanissimi.
Durante i primi anni di lavoro al CTO ,collaborando con diverse unità operative e con la Clinica Universitaria ho acquisito una notevole esperienza in ortopedia e traumatologia e da subito sono stata attratta dall’ortopedia pediatrica,allora da nessuno seguita in modo esclusivo.
Negli anno 80,quando ho iniziato il mio lavoro,non era ancora sviluppata la attuale sensibilità verso i bambini e le mamme in difficoltà : da poco era consentito ai genitori da assistere con orario libero il bambino ricoverato ,ma ,fatta eccezione delle pediatrie,i reparti non erano attrezzati ad accogliere in locali separati i piccoli degenti.
Così ho scelto di occuparmi delle patologie pediatriche e ,iniziando a frequentare l’Ospedalino Meyer ho conosciuto il Prof Giorgio Bartolozzi ,pediatra di grande sapienza e umanità che mi ha concesso di iniziare un rapporto di consulenza  per il Meyer.
Rapidamente la collaborazione si è estesa a tutte le cliniche pediatriche e le unità operative del Meyer e affiancando i pediatri ho scoperto la complessità dell’ortopedia del bambino e la grande difficoltà di fare una diagnosi in quadri complessi con diversi aspetti di malattia.
Da allora ad oggi la mia vita professionale si è arricchita di conoscenza ,ma anche di condivisioni e di affetti, con famiglie e bambini che molto mi hanno dato.
Nel 1982 ho sposato il Dott Pagliazzi Alessando ,che fin dall’università ha condiviso con me prima la scelta di Ortopedia e poi l’interesse  per l’ortopedia pediatrica ,affiancandomi sempre nell’attività medica ,ma anche nelle battaglie per creare un reparto dedicato all’ortopedia pediatrica ,ancora non esistente in Toscana.
Dopo anni di consulenza per l’Ospedalino Meyer,siamo riuscite nel  a creare una area di degenza di Ortopedia Pediatrica nel CTO di Firenze, con assistenza infermieristica Meyer e finalmente, quando stava nascendo il nuovo e più grande Meyer ,siamo stati trasferiti e mi è stata affidata la direzione della SOD di Ortopedia Pediatrica della A.U.O.Meyer

Insieme al Dott Pagliazzi Alessandro, abbiamo studiato le patologie ortopediche pediatriche,ricercando sempre nuove modalità di diagnosi e terapie  speciazzandoci nella diagnosi e cura di patologie come la displasia dell’anca,il piede torto ,le patologie del primo anno di vita,il piede piatto, le patologie del ginocchio,le patologie in giovani sportivi,la cifosi,la scoliosi,il dolore pediatrico, i quadri malformativi, gli aspetti ortopedici di malattie complesse metaboliche,genetiche,neurologiche.

Già nel 1985 abbiamo pubblicato un lavoro di revisione a distanza di casi di epifisiolisi dell’anca, nel 1987 un capitolo sul trattamento ortopedico delle basse stature, nel 1988 un capitolo sulle emergenze ortopediche pediatriche. VEDI PRESENTAZIONE PAGLIAZZI

Nel 1979 abbiamo partecipato al Simposio internazionale a Chieti sulla DISPLASIA CONGENITA DELL'ANCA (vedi file pdf) e poco dopo abbiamo avuto l'onore e la fortuna di conoscere la Dr.ssa Rocchi che ci ha introdotto allo studio ecografico dell'anca secondo la metodica del Prof. Graf
Questo ci ha permesso di essere tra i primi in Italia e in Toscana ad affrontare in modo moderno questa patologia che è diventata per noi sempre più familiare. 
Nel 1991, alla luce della nostra esperienza, sia sulla diagnosi che sulla terapia precoce della malattia, ho pubblicato la monografia -DISPLASIA E LUSSAZIONE CONGENITA DELL'ANCA: DIAGNOSI E TERAPIA- insieme alla Dr.ssa Novembri e Dr.ssa Rocchi. 
L’amicizia con il Prof. Graf ci ha permesso nell’aprile del 2009 di organizzare a Firenze, presso l'ospedale Meyer, un corso teorico pratico di terzo livello sull’ecografia dell’anca con il professore stesso e nel convegno raggiungere un consensus con le ortopedie pediatriche presenti sulle linee giuda su tale patologia.

Da subito mi sono interessato del trattamento conservativo del PIEDE PIATTO (vedi file pdf) ; non condividendo l'uso indiscriminato di scarpe correttive e plantari, in voga in tali anni, ho approfondito gli studi di biomeccanica del piede. 
Grazie a tali studi e al confronto con fisioterapisti, laureati in scienze motorie e fisiatri, come la Dr.ssa Bernocchi che ci ha affiancato nel reparto di ortopedia pediatrica, ho individuato procedure rieducative e di ginnastica correttiva per ottimizzare l'utilizzo del piede.
Ove necessario ho iniziato nel 1987 anche il trattamento chirurgico del piede piatto utilizzando l’endortesi senotarsica non riassorbibile del Prof. Giannini, sempre seguendo la scuola del Prof Giannini sono stato il primo in Toscana nel 2000 ad utilizzare l’endortesi senotarsica riassorbibile e nel 2012 la vite calcaneostop RSB riassorbibile. Attualmente la mia personale casistica di piedi piatti operati sfiora i 3200 interventi compresi i pazienti con associato alluce valgo o  affetti da patologie complesse come sinostosi tarsali e sindromi da iperlassità.

Nel 1978 ho iniziato a trattare il PIEDE TORTO CONGENITO (vedi file pdf). sotto la guida del Prof Dini; nonostante i buoni risultati cercando di ridurre l’invasività chirurgica e i tempi di immobilizzazione in gesso con la Dr.ssa Novembri nel 2001 ci siamo recati a Parigi  all’ospedale S.Vincent de Paul  dal Prof Seringe ed abbiamo acquisito la sua metodica di trattamento funzionale del piede torto congenito. Tale metodica l’abbiamo portata a Firenze coinvolgendo dopo dure battaglie tutti i fisioterapisti toscani che ci hanno seguito nei ripetuti stage fatti a Parigi, siamo così diventati uno dei centri di riferimento di tale metodica a livello nazionale. La metodica è stata poi da noi perfezionata ulteriormente con stage a Montpellier dal Prof Dimeglio. Da alcuni anni effettuiamo anche il trattamento del piede torto secondo Ponseti acquisito  a Madrid presso l’ ortopedia pediatrica con la Dr.ssa Paloma Cervero. Ho trattato con varie metodiche 472 piedi torti congeniti.

Negli anni '80 in Toscana non esisteva un reparto di ortopedia pediatrica e pertanto i piccoli pazienti venivano ricoverati accanto agli adulti e agli anziani, senza letto o accoglienza per le mamme. Dopo anni di battaglie, con grande orgoglio, siamo riusciti, nel 1999, ad inaugurare la prima area di Ortopedia e traumatologia pediatrica della regione Toscana al CTO di Firenze. 
Nel dicembre 2004, insieme alla Dr.ssa Novembri, siamo stati trasferiti all’OSPEDALE MEYER di FIRENZE dove abbiamo aperto l’unità operativa di ortopedia pediatrica.

Ho ricoverato e trattato prima al CTO e poi al Meyer numerosi casi di patologie dolorose come epifisiolisi ancamalattia di perthes,ginocchio valgo e varo, artriti in varie localizzazioni, tumori benigni ossei e delle parti molli, patologie da sovraccarico sportivo in età pediatrica (m. sever, m. osgood schlatter, gonalgia rotulea, lombalgia, etc.) ( vedi file pdf e protocollo esercizi)., polidattilia piede e manopollice flesso e a scattopatologie scheletriche in sindromi genetiche e torcicollo miogeno (vedi file pdf). Da sempre seguo le deviazioni del rachide cifosi e scoliosi (vedi file pdf) attuando il trattamento conservativo.

I pediatri toscani ci hanno sempre onorato della loro fiducia tanto da affidare a me e alla Dr.ssa Novembri l'insegnamento di tutta l'ortopedia pediatrica nei 6 corsi regionali di aggiornamento per pediatri iniziati nel 1982.
La nostra conoscenza della materia, coadiuvata dal continuo confronto con i pediatri, è confluita nella pubblicazione del testo - ORTOPEDIATRIA MANUALE PRATICO PER IL PEDIATRA - a seguire ho svolto ripetuti corsi di formazione per pediatri della regione Piemonte, Puglia, per Brescia e provincia e Mantova e provincia. 

Sono:
- docente di ortopedia pediatrica al master di fisioterapia pediatrica del Meyer di Firenze 
- docente al master di osteopatia pediatrica che si tiene al Meyer di Firenze. 
- Dal 2014 sono tutor dei Master Courses, per l'impiego della vite polimerica RSB Calcaneo Stop nel trattamento del piede pronato in età pediatrica; questi corsi si tengono presso l'ospedale Meyer di Firenze e vengono invitati chirurghi ortopedici da tutti Italia e dall'estero per approfondire la conoscenza sul prodotto e la tecnica chirurgica 

Dal 01 Dicembre 2018 abbiamo iniziato attività chirurgica presso la casa di cura San Camillo Forte dei Marmi

·  Membro SIOT© (Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia dal 1978);
·  Membro SITOP© (Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia pediatrica dal 1984);

Dr. Alessandro Pagliazzi - P.IVA 01493890485
Dr.ssa. Alessandra Novembri - P.IVA 06876080489
web design - hosting - software